Rammendo urbano, per ricucire piccole porzioni di territorio periferico, così da renderle disponibili ai cittadini. Un gruppo di giovani architetti, voluto da Renzo Piano e finanziato dal suo stipendio parlamentare di senatore a vita (dal 30 agosto 20139 lavora sulle aree più distanti dal centro delle città: spazi che saranno il futuro delle città stesse..Per l'articolo completo clicca sul logo qui

Read more

Sono vent’anni che urbanisti, architetti, sociologi, si interrogano sulle sorti della periferia italiana senza trovare soluzioni accettabili che ne migliorino le condizioni. La politica considera i quartieri di edilizia pubblica solo come bacino elettorale, usa parole inadeguate per confrontarsi con le istanze, sacrosante, degli abitanti, impedendo di fatto a chiunque di proporre soluzioni progettuali adeguate. Poi nel 2013 Napolitano nomina senatore a vita un architetto: Renzo Piano. Come prima azione del suo mandato attiva il

Read more

Si è scatenata in queste settimane la contestazione accademica contro il lavoro di Renzo Piano e del gruppo G124 sulle periferie italiane, pubblicato come magazine allegato al Sole24Ore e disponibile gratuitamente sul sito dei G124..Per l'articolo completo clicca sul logo qui

Read more

Esce il numero 1 del magazine PERIFERIE dedicato al primo anno di lavoro del gruppo G124. Aprono i testi del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e di quello del Senato Pietro Grasso, seguono un intervento del senatore Renzo Piano e i contributi di molti intellettuali che hanno partecipato a quest’anno di lavoro. Tre capitoli sono dedicati ai casi studiati dai sei giovani architetti nelle periferie di Torino, Roma e Catania. Una raccolta dei temi di

Read more

Siamo andati a scoprire le scintille d'energia nascoste nelle periferie, per riqualificare e dare nuova dignità a luoghi che, nonostante tutto, possiedono una loro bellezza. Ma ora basta con la costruzione di nuove periferie: dobbiamo trasformare cio che c'è, costruire sul costruito. Solo così potremo avere città davvero sostenibili. Renzo PianoPer l'articolo completo clicca sul logo qui

Read more

Torino, Roma e Catania. Le tre periferie rammendate da Renzo Piano. In Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani la presentazione del lavoro svolto dai sei giovani architetti a cui il senatore a vita ha devoluto il suo stipendio..Per saperne di più clicca sul logo qui

Read more

Un anno fa quando Renzo Piano annunciò di voler usare il suo stipendio da senatore per sovvenzionare il lavoro di sei giovani architetti attivando un gruppo di lavoro sulle periferie italiane le aspettative erano alte. Dopo 365 giorni di lavoro il gruppo G124 (il nome riprende il numero dell’ufficio di Piano a Palazzo Giustiniani) presenta tre progetti portati avanti nelle periferie di Roma, Torino e Catania..Per maggiori info clicca sul logo qui

Read more

«Basta periferie, la vera scommessa dei prossimi trenta, quarant'anni, sarà quella di trasformare le periferie in città. Ed è una scommessa che deve essere vinta». Renzo Piano usa toni pacati per spiegare al Senato la sua idea di città..Per maggiori informazioni clicca sul logo qui

Read more

Da un’idea di Renzo Piano nasce il magazine Periferie, che sarà presentato giovedì 27 novembre a Roma a Palazzo Giustiniani. Diretto da Carlo Piano e Walter Mariotti, su progetto grafico di Luca Ballarini e fotografia di Claudio Morelli, Periferie è ideato dal workshop Rane di Milano. Verrà pubblicato con cadenza quadrimestrale e intende occuparsi, attraverso l’attività del gruppo di lavoro G124, di tutte le tematiche (architettoniche, sociali, economiche e culturali) che riguardano la città del

Read more

"Le periferie? Rappresentano la bellezza dell'Italia che ancora non c'è". E' questo il principio ispiratore che sta guidando l'attività di Renzo Piano da senatore a vita, dopo che nell'agosto 2013 il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto il famoso architetto genovese, il primo italiano inserito ad essere inserito nel 2006 dal Time nella classifica delle 100 personalità più influenti del mondo, a Palazzo Madama, insieme al direttore d'orchestra Claudio Abbado, al fisico Carlo Rubbia

Read more